Regolamento interno dell’associazione LIPS CULT

Il presente regolamento può essere cambiato per l’anno in corso dal consiglio direttivo. Per entrare stabilmente in vigore, deve poi essere approvato dall’assemblea dei soci.

Gli obiettivi del presente regolamento sono: integrare lo statuto, chiarire le strutture; definire le figure dell’associazione e i loro compiti. 

I COORDINAMENTI. COMPITI e SRUTTURA

1. La LIPS è strutturata in coordinamenti regionali o pluriregionali che hanno il compito di:

  • favorire la comunicazione e l’organizzazione fra i membri della Lips che operano su un medesimo territorio;
  • favorire la comunicazione con il Direttivo Lips nazionale;
  • raccogliere tutte le informazioni relative agli slam Lips effettuati e in programma sul territorio (numero di slam, nominativi e dati dei vincitori) e metterle a disposizione delle realtà facenti parte del territorio e del coordinamento regionale;
  • coordinare l’organizzazione di semifinali e finali regionali – compatibilmente con le risorse a disposizione, si vuole offrire ai poeti finalisti un pasto e una consumazione, rimborsare in tutto o in parte le spese di viaggio e offrire un alloggio per la notte al finalista che proviene da lontano, aggiudicare un premio al vincitore o al podio;
  • favorire l’organizzazione di poetry slam U20, riservati a poeti che non abbiano ancora compiuto il ventunesimo anno d’età;
  • organizzare a inizio stagione una riunione per la definizione delle linee organizzative della stagione e, ogni due anni, per la rielezione delle cariche del direttivo regionale; 
  • favorire la crescita e lo sviluppo del poetry slam e della Lips in un’ottica cooperativa
  • favorire il confronto sul palco tra poeti di altre regioni o nazioni e poeti emergenti

2. Proposte relative alla mutazione dei territori interessati da un coordinamento sono valutate dal direttivo nazionale assieme al collegio dei coordinatori.

3. All’interno del territorio interessato da un coordinamento possono esistere ed operare una o più organizzazioni, composte da uno o più individui, che devono operare in un’ottica di collaborazione reciproca e con il coordinamento regionale.

4. Il funzionamento del coordinamento è basato sui principi di democraticità e inclusività: qualsiasi incomprensione deve essere affrontata per mezzo del dialogo costruttivo. Il coordinamento deve altresì dare espressione ed essere il più rappresentativo possibile delle realtà LIPS (collettivi o singoli MC) operanti sul territorio.

5. Un coordinamento è composto da un numero minimo di due persone:  

  • 1 coordinatore: il Coordinatore ha il ruolo di rappresentare il Coordinamento presso la LIPS nazionale, nonché di organizzare e coordinare le eventuali identità, singole o collettive, che fanno parte del Coordinamento;
  • 1 vice-coordinatore, con ruolo di coadiuvante e sostituto del coordinatore;

Altri ruoli quali segretario, tesoriere, ulteriore vice-coordinatore o altro possono essere stabiliti in autonomia dal singolo coordinamento.

6. Fanno inoltre di diritto parte del coordinamento con diritto di voto tutti gli MC e/o organizzatori di Poetry Slam LIPS aventi operato nell’ultima stagione di campionato nel territorio del coordinamento, che siano in possesso di tessera annuale di socio LIPS.
Ai fini di tale diritto, non possono per alcun motivo essere considerati organizzatori di un singolo slam più di due individui.

Tali partecipanti al coordinamento hanno il compito di:

  • favorire la comunicazione fra i diversi slam e movimenti con il coordinamento;
  • comunicare date e vincitori degli slam secondo le modalità e i tempi definiti da questo regolamento e necessari al buon svolgimento del campionato;
  • favorire la comunicazione fra i vincitori degli slam e il coordinamento per le finali;
  • partecipare attivamente e in maniera collaborativa allo sviluppo delle scene con idee, proposte

Prendono inoltre parte:

  • alla votazione delle cariche del coordinamento secondo le modalità definite dal presente regolamento;
  • alle votazioni per definire il voto del Coordinamento nelle decisioni che riguardano la Lips nazionale secondo il meccanismo definito dal presente regolamento.

7. Prendono altresì parte alle riunioni del coordinamento, senza diritto di voto, tutti i tesserati LIPS che ne facciano richiesta, qualora questa sia approvata dal coordinamento regionale. Il coordinamento non può rigettare tale richiesta senza giustificato motivo (vedi punto seguente). Il coordinamento ha il dovere di informarli in anticipo su luogo e ora delle riunioni, anche se telematiche.

8. Coloro che, in virtù dei precedenti articoli, ritengano di poter partecipare, con o senza diritto di voto, alle riunioni di un coordinamento regionale ma si vedano negata la partecipazione a tale coordinamento, possono inoltrare al direttivo nazionale richiesta di valutazione della questione. Il direttivo nazionale, sentite le parti, tenterà una composizione delle divergenze.

9. Coloro che avrebbero, in virtù dei precedenti articoli, diritto di voto in più di un coordinamento regionale, sono tenuti ad indicare un unico coordinamento in cui esercitare tale diritto. È facoltà, ma non dovere, degli altri coordinamenti in cui ha operato, garantirgli comunque il diritto di voto.

I COORDINATORI E VICE-COORDINATORI. COMPITI e ELEZIONE.

10. Ogni Coordinamento ha facoltà autonoma di decidere la periodicità delle assemblee. Le assemblee si svolgono in un luogo comunicato con congruo preavviso ai soggetti che hanno diritto di parteciparvi, a mezzo messaggio di posta elettronica semplice. Ogni Coordinamento può prevedere autonomamente specifiche modalità di partecipazione telematica alle assemblee.

11. Entro e non oltre i 90 giorni dallo scadere delle cariche direttive, viene indetta la Assemblea di Coordinamento (“Assemblea Elettiva”), durante la quale dovranno essere elette le cariche gestionali del Coordinamento, e dovrà essere verificata la composizione dei membri del coordinamento stesso per la stagione successiva. Della data fissata per l’Assemblea Elettiva viene data comunicazione con congruo preavviso a tutti i soggetti interessati. Nel fissare la data dell’Assemblea Elettiva si tiene conto – ove possibile – delle disponibilità dei membri del coordinamento. È ammesso il voto per delega. Ogni membro del coordinamento può ricevere massimo due deleghe. La delega non è una generica sostituzione al voto altrui, ma l’indicazione specifica di un nome.

12. Il coordinatore, il vice-coordinatore e altre eventuali cariche sono eletti in Assemblea Elettiva a maggioranza semplice (metà più uno) dei presenti alla Prima Assemblea. Se il voto viene effettuato in differita, ad esempio per mail o strumenti digitali non istantanei, i ruoli sono eletti a maggioranza dei voti espressi entro il tempo concesso.

13. Il ruolo di coordinatore, vice-coordinatore o semplice membro del coordinamento presuppone e necessita inderogabilmente il possesso della tessera di socio LIPS, valida per l’anno in corso.

14. Il coordinatore, il vice-coordinatore e altre eventuali cariche restano in carica due anni, e sono immediatamente rieleggibili. Qualunque individuo in ruolo uscente può essere immediatamente rieletto nel medesimo o in altro ruolo, anche per un numero illimitato di anni.

15. I compiti del Coordinatore sono i seguenti:

  1. Vigilare sul corretto svolgimento del campionato LIPS nel suo territorio
  2. Verificare con particolare attenzione il rischio di Eventi Sovrapposti (come meglio indicati al punto seguente);
  3. Tenere il calendario condiviso, aggiornarlo, e comunicarlo laddove previsto al direttivo nazionale, tenendo sempre informati gli altri membri del Coordinamento secondo principi di correttezza e buona fede.

16. Il Coordinatore verifica che i singoli eventi non si sovrappongano spazialmente o temporalmente in modo dannoso per la scena tutta (Eventi Sovrapposti). Il coordinamento, a maggioranza, fissa cosa si intende per “sovrapposizione spaziale o temporale dannosa per la scena” di due Poetry Slam, tenendo conto delle specifiche del territorio e del pubblico. Il coordinatore prende atto di tali parametri e ne è garante. Se il coordinatore è anche MC, in nessun caso i doveri del coordinatore si declinano come diritto di priorità automatico nella fissazione di una propria serata a scapito di quella altrui.

17. I parametri, definiti dal coordinamento, di cui al punto precedente (distanza minima di tempo e spazio tra due Poetry Slam LIPS) non devono essere utilizzati come strumento per limitare la libertà di organizzare Poetry Slam, ma come regole di condotta condivise, da rispettare per lo sviluppo della scena locale.

18. Qualsiasi proposta artistico-organizzativa ricevuta dal coordinatore in quanto tale appartiene al coordinamento, e a questo viene sottoposta dal coordinatore. Il coordinamento vota sulla realizzazione della proposta e sull’eventuale affidamento delle attività di realizzazione a tutti o parte dei membri del coordinamento. In nessun caso il ruolo di coordinatore si declina come diritto di priorità automatico nella realizzazione personale di proposte artistico-organizzative ricevute in conseguenza del ruolo che ricopre per la LIPS.

COORDINAMENTI REGIONALI, VOTAZIONI NAZIONALI E DIRETTIVO NAZIONALE

19. Il presidente LIPS indice votazioni su questioni soggette al voto dei coordinamenti indicando il quesito, lo strumento/canale di voto e il tempo concesso per rispondere. Allo scadere del tempo, la decisione è presa a maggioranza semplice (metà più uno) dei voti dei coordinamenti espressisi.

20. Ogni coordinamento esprime 1 voto, decidendo internamente a maggioranza semplice (metà più uno) dei suoi componenti. Per tali decisioni, in caso di parità durante la votazione interna di un coordinamento, il voto del coordinatore vale doppio. Presa la decisione, il coordinatore la comunica al presidente nei mezzi e tempi da questo indicati.

21. Sono decisioni soggette al voto nazionale dei coordinamenti tutte quelle che riguardano:

  • L’organizzazione di attività LIPS che coprono l’intero (o grossa parte del) territorio nazionale (per esempio, ma non solo, chiamate alle arti: PoetryNewYear e affini). Proposte di questo tipo vengono comunicate dal proponente al direttivo, che, nella figura del presidente, provvede ad indire una votazione nazionale.
  • L’organizzazione, in stadio iniziale, delle finali nazionali. Successivamente, la competenza viene condivisa con il collettivo/MC organizzatore/team tecnico incaricato dell’organizzazione. Quest’ultimo è tenuto ad operare secondo i principi LIPS, nonché secondo trasparenza e ragionevolezza, e può essere chiamato a rendere conto del proprio operato dai coordinamenti e/o dal direttivo nazionale.
  • Qualunque altra questione, normalmente prerogativa del direttivo, in merito alla quale questo tuttavia decida, a maggioranza semplice, di demandare la decisione ai coordinamenti.

22. Sono prerogativa del direttivo le decisioni che riguardano:

  1. L’utilizzo delle risorse patrimoniali LIPS
  2. La risoluzione di dispute e/o contrasti interni previsti nei precedenti articoli
  3. L’accettazione della validità di Slam con 5 partecipanti, qualora si comprovi che l’MC/organizzatore ha adoperato il massimo impegno e la massima diligenza nell’evitare un numero di partecipanti inferiore a 6.
  4. Qualunque altra questione non elencata all’art. precedente

23. I coordinamenti si impegnano ad informare il direttivo della stipula di partnership e/o dell’utilizzo del logo LIPS in attività che prevedano la collaborazione di aziende o partiti politici. Il direttivo, laddove lo dovesse ritenere necessario informerà il coordinamento interessato per prendere gli opportuni provvedimenti. In caso di mancata informazione e/o di mancato adeguamento alle indicazioni del direttivo, LIPS si riserva la possibilità di ordinare la rimozione del proprio marchio dall’evento/partnership.

24. I coordinamenti vigilano sulla validità degli Slam che inseriti all’interno del campionato nazionale. A tal riguardo, si specifica che gli Anti-Slam non possono essere inseriti all’interno del campionato. Per quanto riguarda gli Slam a tema, essi sono ammessi purché all’interno delle regole guida dello slam.  

Tema di Anders Norén