È l’attore e poeta sassarese Alessandro Doro a vincere la quarta edizione della Finale Poetry Slam Sardegna, disputata per la prima volta in due serate mercoledì 10 (semifinali) e giovedì 11 (finalissima) maggio scorso al circolo ricreativo The HoR; avrà l’onore di rappresentare l’isola alle Finali Nazionali organizzate dalla L.I.P.S. (Lega Italiana Poetry Slam), che si terranno a luglio a Milano e Monza.

Alessandro Doro

Alessandro Doro (foto Loredana Marchi)

Con lui andrà anche il secondo classificato Roberto Demontis da Bancali, grazie ai 18 poetry slam organizzati in tutta l’isola nella stagione 2016/2017 (Sassari 7 slam, Alghero 3 slam; Cagliari e Porto Torres 2 slam; Gavoi, Oristano, Ozieri e Quartu S.Elena 1 slam) che ne fanno il 3° coordinamento assoluto in Italia per numero di slam fatti, e permettono l’accesso alle finali nazionali a due rappresentanti regionali.

Roberto Demontis

Roberto Demontis (foto Sonia Trisciuoglio)

Il terzo posto va a Luana Farina, già campionessa vincitrice della finale regionale disputata nel 2015 a Ozieri e rappresentante sarda alle Finali Nazionali di Poetry Slam di Ancona.

Luana Farina

Luana Farina (foto Sonia Trisciuoglio)

Il Premio della Critica invece è stato assegnato ad Andrea Doro da Sorso protagonista di una sorprendente performance con un nuovo testo caratterizzato da un inusuale romanticismo.

Andrea Doro

Andrea Doro(foto Sonia Trisciuoglio)

A decretare il vincitore è stata, secondo la regola del Poetry Slam, la giuria popolare estratta a sorte tra il numeroso pubblico presente, che ha valutato le singole performance di tre minuti, con solo voce e corpo a dare anima ai testi scritti di proprio pugno dai singoli performer, senza limiti di tema, forma e lingua.

Gli altri finalisti in gara sono stati: Ignazio Chessa (vincitore della scorsa edizione) e Pupa Niolu da Alghero, Federico Pinna e Roberta Cucciari da Sassari, Enrico Pedrini da Bologna, Valerio Camera e Sharon Caboni da Cagliari, Tiziana Mura da Gavoi, Marco Fenudi da Ozieri, Sara Giglio da Oristano, Marco Bianchina da Porto Torres, più Alessia Bardi da Sassari, vincitrice della seconda edizione della finale del campionato studenti sardo tenutasi l’8 maggio scorso all’Istituto Alberghiero IPSAR di Sassari.

Alessandro Doro, il cantore di insetti, arrotini e altre amenità, è uno dei protagonisti della scena sarda degli ultimi anni e, dopo le quattro vittorie stagionali (Piratry Poetry Slam, Punk i Slam Poetry e Amore & Psycho Poetry Slam al BirrAjò Sassari e DeLogu Poetry Slam alla libreria Librid), si aggiudica il primo posto assoluto davanti a un numeroso ed entusiasta pubblico che ha riempito il locale e seguito, dall’inizio alla fine, la strepitosa sfida a suon di versi fra le 16 migliori voci e penne del territorio classificatesi al primo posto nel campionato poety slam isolano, uno dei più vivaci e intensi di tutto il panorama nazionale, capace di contare circa 200 fra poeti e performer.

A condurre la serata lo specialista Sergio Garau, coordinatore regionale e una tra le personalità più attive e riconosciute in questo campo a livello europeo come poeta e come organizzatore. Ad assisterlo il notaio di gara multipiattaforma, Giovanni Salis, segretario regionale L.I.P.S. e promotore di numerosi eventi di matrice culturale e sociale sul territorio sardo, che per l’occasione si è occupato anche degli stacchetti musicali fra una performance e l’altra.

Oltre alla gara, la serata ha vissuto diversi momenti emozionanti con alcuni ospiti speciali: il talentuoso cantautore di matrice britannica Beeside che ha aperto e chiuso la serata, l’attrice artista della parola e della voce sarda Clara Farina che ha sorpreso con l’interpretazione della poesia “I fiori” di Aldo Palazzeschi, la scrittrice Lalla Careddu (vincitrice della prima finale sarda nel 2014) che ha divertito tutti i presenti con un suo ironico e sferzante testo sui figli.

Foto di gruppo

Foto di gruppo finale Sardegna 2017, 11 maggio 2017

L’evento è stato organizzato dalla sezione sarda della L.I.P.S., in collaborazione con l’associazione The HoR e con il contributo dei partner: ANTAS Bimestrale di Ambiente, storie e personaggi della Cultura Sarda, Travel Motus agenzia di viaggi, Chiocciolina e Igienica Sassarese.

Il logo del capo tribù nuragico slammer è ad opera di Angelo Saccu, la grafica a cura di Andrea Sole.

Subito dopo la finale regionale sarda, sabato 13 maggio a Ozieri è iniziata la nuova stagione 2017/2018, con il quinto Ozieri Poetry Slam, vinto da Roberto Demontis e organizzato con il patrocinio del Comune di Ozieri all’interno dell’edizione ozierese di Monumenti Aperti, e domenica 14 maggio a Oristano con Incontri Poetry Slam, primo secret house Poetry Slam sardo e sesto appuntamento della rassegna Incontri a casa di Valeria organizzata dall’attrice Sara Giglio, vinto da Ignazio Chessa da Alghero, che ha registrato il record regionale di partecipanti con ben 19 performer giunti per l’occasione da tutta l’isola.

(comunicato: Giovanni Salis)